I° Festival “Il Bandoneón e le sue infinite possibilità”

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Hector Ulises Passarella

Il Centro del Bandoneón di Roma con il patrocinio
dell’Ambasciata dell’Uruguay in Italia
presenta nell’Auditorium CasAcli di Roma in Vicolo del Conte 2

I° Festival “Il Bandoneón e le sue infinite possibilità” 

9 febbraio – 16 marzo – 13 aprile 2019 ore 20.00  

Per festeggiare i 10 anni della fondazione, il Centro del Bandoneón presenta il primo festival “Il Bandoneón e le sue infinite possibilità”.
Tre serate che daranno vita ad un percorso unico e nuovo per molti amanti del vero bandoneón. Si potrà ascoltare il bandoneón a 360 gradi, trattato con tre diverse tecniche: quella per eseguire i grandi classici (Bach, Frescobaldi, Purcel, ecc.), quella del tango tradizione (Troilo, Balcarce, Plaza, Arolas, ecc.), quella del tango moderno (Piazzolla) e contemporaneo (Passarella). Il Centro è stato fondato nel 2009 con il patrocinio dell’Ambasciata dell’Uruguay in Italia e l’Istituto Italo Latino Americano e rappresenta, indubbiamente, la massima scuola di bandoneón in Italia e una delle più prestigiose al mondo. Il direttore artistico è il Maestro Héctor Ulises Passarella, bandoneonista, compositore e direttore di orchestra, nato in Uruguay, famoso in tutto il mondo per aver eseguito le colonne sonore di Luis Bacalov per i film il Postino, Milonga, Assassination Tango, ecc., per il disco “Misa Tango”; per aver suonato le proprie musiche con le maggiori orchestre sinfoniche e da camera di Europa e Sud-America e per aver contribuito a far conoscere il bandoneón come strumento di grandi possibilità artistiche attraverso il repertorio barocco e contemporaneo, oltre che per il suo noto Trattato “Il Bandoneón: conoscerlo e suonarlo”. Tre serate firmate quindi da Héctor Ulises Passarella che prevedono il tutto esaurito nel nuovo e accogliente Auditorium di Casacli (con amplio parcheggio libero) e a seguire un momento conviviale gentilmente offerto agli spettatori dei concerti.
I titoli delle tre serate sono: La Musica Uruguaiana, Il Bandoneón: dalle Origini al Tango Contemporaneo e La Musica Rioplatense e la grande Orchestra Tipica.
Nella prima serata del 9 febbraio, sarà proprio Héctor Ulises Passarella ad aprire il Festival in Duo con il violinista Marco Serino.
La voce del violino ed il bandoneón si sposano magnificamente. Dopo lo straordinario Duo del leggendario Alejandro Barletta con il grande violinista Szymsia Bajour negli anni 70, non si era più ripetuta quella prodezza artistica che ha visto questi due strumenti insieme. Marco Serino, membro dei mondialmente famosi Musici di Roma e straordinario protagonista della scena musicale italiana, e Ulises Passarella terzo pioniere nella storia nell’arte completa del bandoneón, oltre che compositore fortemente impegnato nell’evoluzione della musica rioplatense, sono i protagonisti di una nuova proposta artistica che vede questi due strumenti al massimo delle loro possibilità attraverso un programma completamente unico e estremamente affascinante.

Ad occuparsi delle Pubbliche Relazioni dell’evento sarà la Presidente dell’Associazione Occhio dell’Arte, Lisa Bernardini.

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email