THE ACMF DAY ed. 2021

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Foto di Marco Bonanni

L’Associazione compositori Musica per Film (ACMF) celebra la ripartenza del settore con un magnifico concerto in streaming

Boom di visualizzazioni per il concerto in streaming realizzato lo scorso 19 giugno  dall’ Associazione Compositori Musica per Film (ACMF) per festeggiare il suo quarto compleanno, a pochi giorni dal primo anniversario della scomparsa del suo Presidente onorario, il M°  Ennio Morricone. Annunciati in conferenza stampa, il giorno prima,  l’ingresso di 2 nuovi soci onorari      (Mogol e il Premio Oscar Dario Marianelli), che vanno ad aggiungersi alle altre eccellenze già vanto dell’Associazione: Michael Nyman, Nicola Piovani, Roger Waters, Hans Zimmer.

Tra i soci ordinari, invece – nel numero oramai di quasi 150 – troviamo la quasi totalità dei compositori che vivono di Musica per Film nel nostro Paese: eccellenze affermate del panorama nazionale ed internazionale che accompagnano, all’ interno di ACMF,  nuove generazioni di talenti musicali nostrani.

Una storia recente, quella di ACMF, ma decisamente importante. A parlare sono i numeri: dai compositori che ne fanno parte, sono state firmate 3250 colonne sonore, e al suo interno i riconoscimenti presenti nel panel comprendono 4 oscar, 26 David di Donatello, 31 Nastri d’Argento, 11 Globi d’Oro, 6 Ciak d’Oro, 6 Bafta, 4 EFA, 3 Golden Globes, 2 Grammy.

Ad accompagnare il lunghissimo concerto che ha celebrato il  THE ACMF DAY, della durata di 3 ore e che si è svolto per lo più in modalità live – escludendo alcuni necessari contributi pre-registrati per impossibilità di presenziare di alcuni soci o per motivi legati ad organici orchestrali complessi – sono stati anche i racconti dei protagonisti, fatti prima di ogni esecuzione musicale, e che hanno  permesso agli spettatori virtuali di entrare meglio dentro al complesso ed affascinante mondo delle Musiche Applicate alle Immagini.

Non potevano mancare nel programma gli omaggi all’indimenticabile Presidente onorario Ennio Morricone, ad apertura e a chiusura di concerto. Il M°  Leandro Piccioni, che tanto ha lavorato con lui, ha regalato al pubblico, avvalendosi della maestria del Quartetto Pessoa (Marco Quaranta, violino; Rita Gucci, violino; Achille Taddeo, viola; Kyung Mi Lee, cello) alcuni suoi celeberrimi temi: “Nuovo cinema Paradiso” di Giuseppe Tornatore (1988), “C’era una volta il West” di Sergio Leone (1968), “L’estasi dell’oro” da “Il Buono, il Brutto, il Cattivo” di Sergio Leone (1966). E’ stato omaggiato anche il Maestro Nicola Piovani con “Buongiorno principessa” da “La vita è bella” di Roberto Benigni. Dalla sua produzione personale, Piccioni ha scelto di suonare “Il sogno di Amhed – Jogging Suite” da “Nemmeno in un sogno”  per la regia di  Gianluca Greco (2002).

Massimiliano Lazzaretti ha  suonato al piano  “Oscuro amore” da “Il traduttore” (regia di Massimo Natale, 2016) e  “Dramatic lie” da “I love my mum” (regia di Alberto Sciamma, 2019).

Claudio Pacini, Pivio ed Aldo De Scalzi hanno fatto ascoltare “Quartetto per Sarajevo” da “L’angelo di Sarajevo” (regia di Enzo Monteleone, 2015).

La voce di Ginevra Nervi ha incantato con due esecuzioni: “Macadàn” da “Fuoco Sacro” – regia di Antonio Castaldo –  e “Miles away” (con Pivio e Aldo de Scalzi) da “Non odiare” (regia di Mauro Mancini, 2020). 

Max Viale ha inviato un video, presentando la sua band “Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo” , con cui  quest’anno ha fatto incetta di premi – tra cui David e Nastro d’Argento 2021 – per il Film “Miss Marx” scritto e diretto da Susanna Nicchiarelli.

Riccardo Della Ragione ha presentato il “Valzer del lago” da “L’ultimo ultras” – regia di Stefano Calvagna (2009) e “The end of night” da “L’erede” (regia di Michael Zampino, 2011).

Video saluti da parte di Fabrizio Campanelli (esecuzione di  “Noi siamo infinito” dall’album “Il mistero della forma”) e anche da parte di Marco Testoni  :“Quixote” (Marco Testoni – Nicola Alesini dal film “Fucilateli” – regia di Giorgia Lorenzato e Manuel Zarpellon, 2019).

Pasquale Catalano ha scelto  “Tema di Enrica”  da “Il commissario Ricciardi” – regia di Alessandro d’Alatri, 2021).                   

Fabrizio Fornaci, con il suo  video saluto, ha  presentato “Face tango” da “Faceboom – La grande pioggia”, per la  regia di Massimo Fanelli (2021).

Altri video saluti da parte di Vito Lo Re ( ha presentato “La prigionia di Alisia” da “Lacrime di San Lorenzo” per la regia di Giampiero Caira, 2015 ) e di Giuseppe Sasso ( ha presentato “Layout three” da “No evil” – spot sociale per il Comune di Napoli – per la  regia di Marcello Cocchi, 2017). Auguri di buon compleanno registrati  da parte di Claudio Simonetti  e dei F.lli La Bionda.

Alessandro Molinari ha presentato la voce della giovane italo-americana Greta (che ha cantato  “Magic”  – musica di Alessandro Molinari con testo di Greta Mariani da “Addio al nubilato” per la regia di Francesco Apolloni , 2021- e anche “One Day”).

Marco Robino ha scelto di far ascoltare “Menuett” da “Tulse Luper Suitcases” (regia di Peter Greenaway , 2019).

Virginia Guastella ha presentato “Vento del golfo” (omaggio a Palermo) da “Yuki” – regia di Marco De Angelis e Antonio Di Trapani (2013).

Tommy Caputo ha fatto ascoltare invece “Il cortile dei bambini”; è stato poi il turno di Marco Werba (“Piersanti Mattarella” da “Il delitto Mattarella” – regia di Aurelio Grimaldi (2020), di Nicola Tescari (video presentazione teaser Film su Francesco Totti) e di Giuliano Taviani e Carmelo Travia (“Lo spazio bianco” da “Figli” di Mattia Torre, 2020).

Le ultime esecuzioni di fine concerto sono state affidate a  Kristian Sensini (“La stanza di Vanni – Hommàge a Zimmer”), Lorenzo Tomio (“Angeli” da “Punta Sacra” per la regia di Francesca Mazzoleni, 2020); Luca Cresta – Pivio – Aldo De Scalzi (“Valzer arcobaleno” da “Il filo invisibile” per la regia di Marco Simon Puccioni , 2021); Marco Cascone ( mandato video con “Omaggio a Rocky” – Bill Conti e Marco Cascone, 2021); Francesco Ruggiero  ha eseguito “Raffaello” ;  ha omaggiato anche Luis Bacalov con “Il postino” (regia di Massimo Troisi e Michael Radford, 1994); Carlo Rustichelli (“Amici miei – atto II” per la regia di Mario Monicelli, 1975); Fiorenzo Carpi (“Tema di Geppetto” – “Le avventure di Pinocchio” di Luigi Comencini, 1972); Giancarlo Russo (“Lilah” da “Lilah” di Joel Ramirez , 2012); Antonio Isgro’ (video – Merano Pop Symphony Orchestra e la conclusione con “Sul mare di un eroe” da “Der schuld und schulden” – regia di Mario Goschler, 2010 e  Morricone con “Il tema di Deborah”  da “C’era una volta in America”, per la regia di Sergio Leone,1984). Dagli studi di registrazione della Digital Records di Roma, che hanno ospitato la lunghissima giornata che ha fotografato magiche pagine della Musica contemporanea , soddisfazione da parte di tutti i componenti del Direttivo ACMF, a partire dal Presidente Pivio.

Tutti i soci che hanno aderito alla giornata hanno esternato soddisfazione ed orgoglio per aver contribuito al suo successo. La dichiarazione post concerto del Maestro Stefano Mainetti, tra i fondatori di ACMF, riassume in breve il pensiero di tutti i protagonisti : “Un evento unico, a testimoniare l’importanza dell’ ACMF – Associazione Compositori Musica per Film e della Musica Applicata, non solo come movimento artistico, ma anche come parte integrante del processo culturale del nostro Paese“.

La visione del concerto è usufruibile in Rete sia nel canale ufficiale youtube della ACMF che nel canale youtube della Digitale Records; l’iniziativa è stata resa possibile grazie anche al contributo e al patrocinio SIAE.

Appuntamento allo spettacolo musicale del prossimo anno, che tutti si augurano in presenza.

Lisa Bernardini ( Ufficio Stampa ACMF)

Foto evento a firma Marco Bonanni

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email